Acorn Archimedes A3010

Pubblicato: giugno 24, 2011 in Acorn
Tag:,

Espansioni e accessori:

4Mb di memoria (1Mb di base)
Processore ARM250
Interfaccia IDE + Hard Disk da 1gb su Compact Flash
Mouse 3 tasti
Imballi originali e pacchetto “Zool”
Interfaccia parallela per Joystick

Il modello A3010 è l’unico che incorpora la porta Joystick, assente sul modello A3020 (tasti rossi) che in più ha un Hard Disk integrato (optional nell’A3010)

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

L’Acorn Archimedes fu il primo computer della Acorn basato sul processore ARM RISC a 32-bit.

I primi modelli

I primi modelli furono rilasciati nel giugno 1987, la serie 300 e 400. Le serie 400 avevano più slot d’espansione (quattro anziché due) ed un controller ST506 per un hard disk interno. Il sistema operativo era Arthur (più tardi fu chiamato RISC OS), il linguaggio era il BBC BASIC. Aveva pure un emulatore del BBC Micro. La tastiera era esterna. Tutti i modelli avevano un sonoro a 8 canali ed erano in grado di gestire grafica a 256 colori.

Furono rilasciati 4 modelli con diversi quantitativi di memoria: A305, A310, A410 e A440.

  • (A500 – 4 MB RAM, mai venduto [2])
  • A305 – 512 kB RAM
  • A310 – 1 MB RAM
  • A410 – 1 MB RAM
  • A420 – 2 MB RAM, 20 MB hard disk
  • A440 – 4 MB RAM, 40 MB hard disk
  • A540 – 4 MB RAM, processore ARM 3, 100 MB hard Disk
  • (A680 e M4 – 8 MB RAM, RISC iX mai vendute)
  • R140 – 4 MB RAM, 52 MB hard disk, RISC iX UNIX workstation
  • R260 – 8 MB RAM, processore ARM 3, 100 MB hard disk, RISC iX UNIX workstation
  • R225 – 4 MB RAM, processore ARM 3, RISC iX UNIX network computer

A3000 e A5000

Con il successore di Arthur, inizialmente chiamato come Arthur 2, RISC OS 2, uscirono nuovi modelli introdotti nel maggio 1989. I modelli 300 furono dismessi a favore del nuovo Acorn A3000.

A differenza dei precedenti modelli, l’A3000 era simile al Amiga 500 e all’Atari ST, con la tastiera attaccata al computer. Il nuovo modello aveva un solo slot di espansione.

L’altro nuovo modello, l’A5000, aveva un case composto da due parti. Aveva il nuovo processore ARM3 a 25MHz, mentre l’A3000 aveva il vecchio ARM2 8 MHz. L’A3000 eseguiva il RISC OS 2, mentre l’A5000 il RISC OS 3.0. Aveva 2 o 4 MB of RAM, (A3000 1 MB), e un hard disk da 40 MB o 80 MB. Il video era stato sviluppato, l’A5000 poteva visualizzare risoluzioni VGA fino a 800 × 600 pixel. Era il primo Archimedes a supportare i floppy ad alta densità e poteva leggere diversi formati, come i dischi DOS e Atari. Una versione nuova A5000 aveva un chip ARM3 a 33 MHz, 4 o 8 MB di RAM, un hard disk da 80 o 120 MB e il RISC OS 3.10.

Una nuova linea e un portatile

Nel 1992 fu prodotta una nuova linea, utilizzando il controller ARM250, un processore ARM2 con controller video e memoria integrati. Questa linea poteva eseguire RISC OS 3.10. La serie A30x0 era simile all’A3000 ma molto più compatta, mentre l’A4000 era un po’ più magro dell’A5000. Il modello A3010 era destinato ai consumer, avendo un modulatore TV e porte per i joystick, mentre l’A3020 er adestinato all’ufficio e alle scuole, avendo un hard disk interno. L’A4000 era identico all’A3020 ma con più memoria e spazio sull’hard disk.

Nel 1992, la Acorn introdusse un portatile, l’A4, con processore ARM3 e uno schermo LCD con risoluzione massima 640 × 480 e 16 livelli di grigio.

L’A7000, malgrado il suo nome potesse far ricordare la convenzione dei nomi usata per gli Archimede, era in verità più simile a quella dei Risc PC – la linea dei computer RISC OS che succedettero all’Archimedes nel 1994. Del RiscPc gli mancavano però gli slot di espansione DEBI e il case multi-slice (sebbene rimuovendo il CDROM si potesse accomodare un backplane con uno slot).

Elenco dei modelli

Modello

Memoria (RAM)

Dimensioni hard disk

Data di lancio

Prezo di lancio in UK

Note
BBC Archimedes 305

512 KB (512 kB)

Luglio 1987

£899

BBC Archimedes 310

1 MB (1 MB)

Luglio 1987

£999

BBC Archimedes 310M

1 MB

Luglio 1987

£

Include software di emulazione del PC
Acorn Archimedes 410

1 MB

Luglio 1987

£1299

Acorn Archimedes 440

4 MB

20 MB

Luglio 1987

£1499

BBC A3000

1 MB

Maggio 1989

£799

Questo modello è stato l’ultimo BBC Microcomputer in assoluto
Acorn Archimedes 410/1

1 MB

– (interfaccia ST506 sulla sheda madre)

Giugno 1989

£999

Controller di memoria MEMC1A migliorato rispetto al precedente modello 410
Acorn Archimedes 420/1

2 MB

20 MB ST506

Giugno 1989

£1099

Acorn Archimedes 440/1

4 MB

40 MB ST506

Giugno 1989

£1299

Controller di memoria MEMC1A migliorato rispetto al precedente modello 440
Acorn R140

4 MB

47 MB ST506

Giugno 1989

£3,500

Workstation RISC iX
Acorn Archimedes 540

4 MB (max 16Mb)

100 MB SCSI

Giugno 1990

£2499

Processore ARM3
Acorn R225

4 MB

Luglio 1990

£3000

Processore ARM3, workstation network RISC iX
Acorn R260

8 MB

100 MB SCSI

Luglio 1990

£5000

Processore ARM3, workstation RISC iX
Acorn A5000

1 MB o 4 MB

0 MB – 160 MB IDE

Settembre 1991

£999 o £1499

Processore ARM3, venduto in vari sotto-modelli
Acorn A4

2 MB o 4 MB

0 MB o 60 MB IDE (2.5″)

Giugno 1992

£1399 o £1699

Notebook con processore ARM3 e clock a 24MHz (1 MHz più piano del solito), video LCD a scala di grigi 640×480
Acorn A3010

1 MB

Settembre 1992

£499

Processore ARM250 (i primi modelli avevano un processore ARM2 su daughterboard [1] con nome in codice “Adelaide”)
Acorn A3020

2 MB

0 MB – 80 MB IDE (2.5″)

Settembre 1992

£799

Processore ARM250
Acorn A4000

2 MB

0 MB – 210 MB IDE

Settembre 1992

£999

Processore ARM250

I seguenti computer furono prodotti ma non arrivaromo mai ad essere venduti commerciamente:

  • A500 – 4 RAM, interfaccia ST506, macchina di sviluppo Archimedes [2]
  • A680 e M4 – 8 MB RAM, SCSI su scheda madre, macchina di sviluppo RISC iX

L’impatto

L’Archimedes era uno dei personal computer più potenti disponibili a quei tempi (fine degli anni ottanta e inizi novanta): il suo processore era più veloce rispetto al 68000 dell’Atari ST e Amiga e persino di quello del VAX DEC e del Symbolics 3600.

Nonostante ciò, Archimedes non ebbe un grandissimo successo, riuscì a ritagliare solo una nicchia del mercato a causa del prezzo circa triplo della concorrenza.

Curiosità

Pietro Grossi, pioniere italiano della computer music, usa un Acorn Archimedes 300 per realizzare, negli anni ‘80, decine di programmi che confluiranno nella teorizzazione della Homeart: un’arte personale oltre la sfera del giudizio altrui. Dalle esperienze dei programmi visuali realizzati da Grossi nel linguaggio BBC Basic, Sergio Maltagliati alla fine degli anni ’90 realizza il software autom@tedVisualMusiC.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...