Amiga 500

Pubblicato: giugno 24, 2011 in Amiga
Tag:

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Il Commodore Amiga 500 o Commodore A500[2] (abbreviazioni comuni: “Amiga 500”, “A-500”, “A500”, “500”; nome in codice: “Rock Lobster”) è un home computer della Commodore Business Machines Inc. basato sulla piattaforma informatica Amiga e commercializzato tra il 1987 e il 1992 in vari Paesi del mondo tra cui l’Italia.

Diretta discendente dell’Amiga 1000 verso cui mantiene compatibilità software, l’Amiga 500 è stata presentata assieme all’Amiga 2000 l’8 gennaio 1987 all’International Winter Consumer Electronics Show (8-11 gennaio 1987 – Las Vegas Convention Center – Las Vegas, Nevada, USA). In Italia l’Amiga 500 è stata commercializzata dal maggio 1987 al dicembre 1992 inizialmente con un prezzo di lancio di 1.121.000 lire[3] (listino Commodore Italiana S.p.A.).[4]

Una versione potenziata dell’Amiga 500, l’Amiga 500 Plus, è stata commercializzata dal 1991 al 1992. Entrambe sono state soppiantate da Commodore International Ltd. con l’Amiga 600 e l’Amiga 600HD, commercializzate a partire dall’aprile 1992.

Popolarità

L’Amiga 500 è stata molto popolare tra i ragazzi di tutto il mondo grazie al costo contenuto, ad un vasto parco software in parte ereditato dall’Amiga 1000, e alle capacità multimediali straordinarie per l’epoca (relativamente alla classe di appartenenza: l’home computer), per almeno quattro anni, fino al 1991, è stata infatti la macchina videoludica di riferimento.

Versioni

Sono state commercializzate due diverse versioni di Amiga 500: una destinata ai Paesi utilizzanti lo standard televisivo PAL, l’altra destinata ai Paesi utilizzanti lo standard televisivo NTSC.

Descrizione

A differenza dell’Amiga 1000 l’Amiga 500 si presenta in case monoblocco con tastiera (dotata di tastierino numerico) e floppy disk drive integrati ma alimentatore esterno. Unica periferica in dotazione un mouse a due tasti. Il display video, necessario per l’utilizzo dell’Amiga 500, non è compreso.

La soluzione con tastiera integrata nel case è in linea con la maggior parte degli home computer dell’epoca (primo fra tutti il Commodore 64, grande successo commerciale di Commodore International): pensata per un uso prevalentemente casalingo e ludico/didattico.

L’Amiga 500, per quanto riguarda l’hardware, sostanzialmente è un’Amiga 1000: oltre al case le uniche altre differenze rispetto all’Amiga 1000 sono 512 KiB di Chip RAM di serie invece che 256 KiB, il Kickstart residente su ROM invece che su floppy disk, e, dalla revisione 6 della scheda madre, la capacità di indirizzare fino a 1 MiB di Chip RAM invece che 512 KiB.

Il sistema operativo di serie sull’Amiga 500 è AmigaOS 1.2 (fino alla revisione 5 della scheda madre) o AmigaOS 1.3 (dalla revisione 6 in poi della scheda madre) aggiornabile fino ad AmigaOS 3.9.

Specifiche tecniche

  • CPU: Motorola 68000 a 7,09 MHz (versione dell’Amiga 500 destinata ai Paesi utilizzanti lo standard televisivo PAL) o 7,16 MHz (versione dell’Amiga 500 destinata ai Paesi utilizzanti lo standard televisivo NTSC).
  • Chipset: OCS (inizialmente con Fat Agnus in grado di indirizzare fino a 512 KiB di Chip RAM, in seguito con Fat Agnus in grado di indirizzare fino a 1 MiB di Chip RAM).
  • ROM: 256 KiB contenenti il Kickstart 1.2 o 1.3 (inizialmente l’Amiga 500 è stata commercializzata con il Kickstart 1.2, in seguito è stata commercializzata con il Kickstart 1.3).
  • RAM: 512 KiB configurati come 512 KiB di Chip RAM (RAM accessibile sia alla CPU che ai coprocessori del chipset) e 0 byte di Fast RAM (RAM accessibile solo alla CPU).
  • Grafica: 320×256 progressiva o 320×512 interlacciata con 32 colori visualizzabili contemporaneamente da una palette di 4096, 640×256 progressiva o 640×512 interlacciata con 16 colori visualizzabili contemporaneamente da una palette di 4096.
  • Suono: stereofonico generato da 4 canali audio PCM (2 per il canale stereo sinistro e 2 per il canale stereo destro) con risoluzione 8 bit/28 kHz (ampiezza campioni/frequenza campioni).
  • Drive di serie: 1 floppy disk drive da 3,5″ DS/DD[1] (alloggiato nell’unità centrale) in grado di memorizzare sul floppy disk fino a 880 KiB (utilizzando il file system dell’AmigaOS).
  • Drive bay generici: non presenti.
  • Drive bay custom: 1 da 3,5″ situato nell’unità centrale e occupato dal floppy disk drive.
  • Periferiche di serie: mouse meccanico a due tasti da collegare all’unità centrale via cavo.
  • Sistema operativo di serie: prima AmigaOS 1.2 poi AmigaOS 1.3 (sistema operativo dotato, fin dalla sua prima release 1.0 del 1985, di multitasking preemptive e doppia shell: una shell con interfaccia a riga di comando e una shell con interfaccia grafica WIMP a colori).
  • Connessioni: 1 RGB-video, 1 parallela, 1 seriale, 1 disk drive, 3 audio (mono, right, left), 2 controller (mouse, joystick, ecc.).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...