Commodore C-116

Pubblicato: giugno 24, 2011 in 8 bit
Tag:

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Il Commodore 116 (abbreviazioni diffuse: “C116”, “C-116”, “C=116”, “116”) è un home computer della Commodore Business Machines Inc. commercializzato dal 1984 al 1986. Fa parte della serie 264 (successiva al Commodore 64) che comprende anche il Commodore 16 ed il Commodore Plus/4. È stato presentato nel giugno del 1984 in occasione del CES e le vendite sono iniziate alla fine dello stesso anno in coincidenza delle feste natalizie. A differenza di altri modelli, è stato prodotto esclusivamente dalla Commodore tedesca (Commodore Büromaschinen GmbH) e commercializzato solo in Germania e Ungheria. In origine era prevista anche una versione NTSC per il mercato USA, ma l’insuccesso della serie ne arrestò lo sviluppo.

Dati tecnici

Il Commodore 116, come gli altri modelli della serie 264, si basa sul chip TED, che si occupa della gestione della grafica e del suono, e sul processore MOS 7501 (o la sua variante MOS 8501 che differiva solo per il processo produttivo) operante alla frequenza di 1,69 MHz nella versione PAL (1,76 MHz in quella NTSC). Il processore consentiva il bank switching, tecnica che permetteva di sfruttare al meglio la memoria rendendo disponibili quasi 12 kB per i programmi BASIC a fronte dei 16 KB totali di memoria RAM. Il Commodore 64, per esempio, dotato di 64 KB ma con una gestione della memoria meno efficace, in BASIC ne offriva circa 38 KB. Accedendo alla grafica ad alta risoluzione però, la memoria disponibile si riduceva a 8 KB limitandone notevolmente le capacità. Il potente BASIC 3.5 era contenuto in una ROM da 16 KB, e una delle stesse dimensioni era destinata al KERNAL (il sistema operativo).

L’insuccesso commerciale

Se da un lato l’ottimale gestione della memoria, il potente BASIC 3.5 e il ricco set di colori offrivano ottime possibilità di sviluppo, l’assenza della gestione degli sprite limitava tremendamente la realizzazione di giochi con grafica avanzata. Infine, la mancanza del chip sonoro SID, che rese famoso il Commodore 64, la memoria insufficiente, il prezzo poco inferiore al Commodore 16 e la scomodissima tastiera in gomma decretarono il completo fallimento commerciale del Commodore 116.

Curioso notare che, in un’ottica di massima riduzione dei costi, il Commodore 16 e il 116, pur essendo lo stesso computer, non utilizzavano la medesima scheda madre.

Un computer raro

Questo home computer è stato prodotto in pochi esemplari, alcune fonti parlano di soli 100.000 pezzi, fatto che lo rende molto ricercato dai collezionisti. L’unica versione di scheda madre utilizzata è la ASSY n. 250413 nelle revisioni A e B. I primissimi modelli di C-116 (rev. A) erano dodati di un solo tasto Shift e sprovvisti del tasto Shift-Lock. Non è noto quanti pezzi siano stati prodotti della prima versione ma si conosce che già dal numero seriale 3758 sono montate la scheda con revisione B e la tastiera con doppio shift.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...